Disponibili i siti ENEA 2019 per invio documentazione ecobonus e bonus casa

Autore: Pietro Mosella

L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) ha annunciato, attraverso il proprio sito ufficiale, che sono operativi dall’11 marzo i siti ENEA 2019, per la trasmissione dei dati per gli interventi di risparmio energetico, con fine lavori nel 2019, che possono beneficiare dei cosiddetti ecobonus e/o bonus casa. 
I siti sono entrambi raggiungibili dalle pagine “detrazionifiscali.enea.it” e “acs.enea.it” o dalla home page ENEA (enea.it). 

È stato, altresì, comunicato che sarà possibile inviare la documentazione degli interventi che accedono alle detrazioni fiscali per riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente (ex legge n. 296/2006) con incentivi del 50%, 65%, 70%, 75%, 80% e 85% (https://ecobonus2019.enea.it) e degli interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili (ex articolo 16-bis del D.P.R. n. 917/1986) che usufruiscono delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (https://bonuscasa2019.enea.it). 

Per aiutare gli utenti a risolvere problemi di natura tecnica e procedurale, sul portale ENEA acs.enea.it sono disponibili risposte alle domande più frequenti (FAQ), un vademecum e la normativa di riferimento. 

Il termine
Il termine per la trasmissione dei dati all’ENEA è di 90 giorni dalla data di fine lavori. Per gli interventi la cui data di fine lavori è compresa tra il 1° gennaio 2019 e l’11 marzo 2019, il termine di 90 giorni decorre proprio a partire dall’11 marzo 2019. 

La comunicazione degli interventi
All’ENEA deve essere trasmessa la comunicazione in relazione a: 

  • interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, volti a conseguire un risparmio del fabbisogno di energia primaria (articolo 1, comma 344, Legge n. 296/2006);
  • interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi (articolo 1, comma 345, Legge n. 296/2006);
  • interventi relativi all’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università (articolo 1, comma 346, Legge n. 296/2006);
  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione (articolo 1, comma 347, Legge n. 296/2006). Tale detrazione è estesa anche alle spese relative alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia (articolo 1, comma 286, Legge n. 244/2007);
  • interventi di recupero edilizio, antisismici e al cosiddetto “bonus mobili”, di cui all’articolo 16 del D.L. 4 giugno 2013, n. 63.

Decorrenza
La documentazione deve essere trasmessa entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Circa l’individuazione del giorno a partire dal quale decorrono i 90 giorni di tempo necessari per l’invio della documentazione all’ENEA, lo stesso deve essere individuato nel giorno del cosiddetto “collaudo” dei lavori, a nulla rilevando il momento (o i momenti) di effettuazione dei pagamenti (Ris. n. 244/2007 dell’Agenzia delle Entrate e Guida Agenzia delle Entrate del febbraio 2019). 
Nell’ipotesi in cui, in considerazione del tipo di intervento, non sia richiesto il collaudo, si ritiene che il contribuente possa provare la data di fine lavori anche con altra documentazione emessa dal soggetto che ha eseguito i lavori (o tecnico che compila la scheda informativa). Mentre, non può ritenersi valida a tal fine, una dichiarazione del contribuente resa in sede di autocertificazione (Circolare Agenzia delle Entrate del 23 aprile 2010 n. 21). 

Termini per l’invio dei dati per ristrutturazioni
Per gli interventi di risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, che usufruiscono delle detrazioni fiscali del 50% (ex articolo 16 bis del D.P.R. n. 917/1986) per le ristrutturazioni edilizie, i termini per la trasmissione dei dati, attraverso il sito ristrutturazioni2018.enea.it, sono i seguenti: 

  • con data di fine lavori nel 2018, il termine è prorogato al 1° aprile 2019;
  • se gli interventi sono stati ultimati dal 1° gennaio all’11 marzo 2019, il termine per la trasmissione dei dati è fissato al 9 giugno 2019 (essendo però domenica dovrebbe slittare al 10 giugno);
  • se gli interventi sono ultimati a decorrere dal 12 marzo 2019, il termine per la trasmissione dei dati è fissato entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.